sabato 10 settembre 2016

La donna affronta tutto quando desidera

- 24 giugno 1909

(...)
Ah! le donne
come sono più spontanee, più vivaci, più audaci nell’ardore.
Io con "Le Seduzioni" libro fatto apposta per sedurre gli uomini
non ho avuto uno solo dei tuoi successi.
È un bel fenomeno, un sintomo della frigidità dell’uomo... a distanza.
L’uomo è pauroso per superbia e riflessivo per calcolo;
desidera un momento, non s’innamora (che) quel tanto di tempo che basta
per scrivere e per suggellare la speranza di un bacio.
La donna affronta tutto quando desidera
per amore o per curiosità:
va incontro all’ignoto e gode del pericolo.
L’uomo non sa più tentare l’avventura;
Don Giovanni è finito... in un aereoplano.
Tu compiaciti d’esser nato uomo in tempo così propizio
da poter servire d’esca all’avidità femminile e godine.
Godi anche, com’io ne godo della tua felice attività poetica.
Come t’invidio! Io scrissi quelle poche strofe in tre giorni, soffrendone assai,
ed esse sono una chiusa un epilogo, un così sia.
Dimmi tu, che faccio ora?
Scrivimi e pensa a non deludermi per il viaggio alle isole...
Borromee (non Canarie, ahimé!).
Sarà per la metà di settembre o la fine?
Pensa a scegliere e a stabilire anche per quell’altro motivo fraterno che sai.
Io sono abbastanza serena e ti ricordo con tenerezza grande,
ti vedo lassù a picco d’una valle verde, piccolo punto nero su l’azzurro,
chino su fogli tenui della tua gloria.
Ti mando un bacio con le dita lassù.
AMALIA


(Amalia Guglielminetti, Lettera a Guido Gozzano)

Nessun commento:

Posta un commento