giovedì 16 aprile 2020

E dunque sembra non esserci nulla che non va nell'universo

- Amsterdam, fine dicembre 1942

(...) una persona dall'indole piuttosto contemplativa
non è veramente adatta a spiegare le caratteristiche
di un determinato luogo e di un determinato avvenimento. 
Si scopre infatti che quelle che potremmo chiamare le materie prime della vita
sono dappertutto le stesse,
che in ogni luogo di questa terra
si può vivere la propria vita in modo ricco di significato o altrimenti morire,
e che l'Orsa Maggiore brilla altrettanto fedele sopra un paesino sperduto
e sopra una grande città nel cuore di uno Stato
- o anche sopra una miniera di carbone della Slesia,
secondo le mie ardite supposizioni. 
E dunque sembra non esserci nulla che non va nell'universo...


(Etty Hillesum; "Lettere")

1 commento: