domenica 21 febbraio 2016

...perché nessuno legge per imparare ma per dimenticare

Che piacere avere sottomano un mistico tedesco,
un poeta indù o un moralista francese,
a uso dell'esilio quotidiano!
Leggere giorno e notte, divorare tomi su tomi,
questi sonniferi,
perché nessuno legge per imparare ma per dimenticare...


(Emil Cioran)

Nessun commento:

Posta un commento