domenica 27 settembre 2015

Qual è il tuo tormento?

Nella prima leggenda del Graal
è detto che il Graal,
pietra miracolosa che in virtù dell'ostia consacrata sazia ogni fame,
apparterrà a chi per primo dirà al custode della pietra,
il re quasi paralizzato dalla più dolorosa ferita:
"Qual è il tuo tormento?".
La pienezza dell'amore del prossimo
sta semplicemente nell'essere capace di domandargli:
"Qual è il tuo tormento?",
nel sapere che lo sventurato esiste,
non come uno fra i tanti,
non come esemplare della categoria sociale
ben definita degli "sventurati",
ma in quanto uomo, in tutto simile a noi,
che un giorno fu colpito e segnato dalla sventura
con un marchio inconfondibile.
Per questo è sufficiente, ma anche indispensabile,
saper posare su di lui un certo sguardo.


(Simone Weil)

Nessun commento:

Posta un commento