lunedì 9 febbraio 2015

La non aderenza alla vita

La non aderenza alla vita
genera una voglia di fissità.
Si comincia a vedere il mondo in forme rigide,
linee definite,
contorni morti.
Quando non provate più quella gioia che nutre il Divenire,
tutto sfocia in simmetrie.
Quello che,
tra i vari tipi di follia,
è stato chiamato "geometrismo"
non sarebbe dunque altro
che un eccesso di questa predisposizione all'immobilità
che accompagna tutte le depressioni.
Il gusto delle forme tradisce una tendenza segreta alla morte.
Più siete depressi più le cose si fissano,
nell'attesa di farsi ghiaccio.


(Emil Cioran)

Nessun commento:

Posta un commento