mercoledì 26 novembre 2014

Ciò m'infuse in qualche modo un po' di coraggio

Nonostante tutto lo scrivere è un bene,
ora sono più calmo che due ore fa
con la Sua lettera, là fuori sulla sedia a sdraio.
Stavo coricato
e a un passo da me un insetto era caduto sul dorso,
ed era disperato di non potersi rizzare;
volentieri l'avrei aiutato,
era facile aiutarlo,
si poteva recargli aiuto con un passo
e con una piccola spinta,
ma lo dimenticai per via della Sua lettera,
non potevo neanche alzarmi,
soltanto una lucertola richiamò la mia attenzione
sulla vita intorno a me,
il suo cammino la portò sopra l'insetto ormai immobile,
non era stato dunque, pensai, un infortunio,
ma un'agonia,
il raro spettacolo della morte naturale di una bestia:
ma scivolandogli addosso,
la lucertola lo raddrizzò,
sicché stette ancora un istante fermo come morto,
e poi s'arrampicò di corsa
su per il muro della casa,
come niente fosse.
Ciò m'infuse in qualche modo un po' di coraggio,
mi alzai,
bevetti il latte
e scrissi a Lei...


(Franz Kafka; "Lettere a Milena")

Nessun commento:

Posta un commento