mercoledì 26 marzo 2014

A due sole dita dalla bontà

Noi, che siamo uomini e donne qualunque,
ringraziamo la Natura per la sua munificenza
usando ciascuno dei sensi che ella ci ha dato;
variamo la nostra condizione il più possibile;
voltiamoci ora da questo lato, ora da quello,
al calore, e assaporiamo in pieno,
prima che il sole si corichi,
i baci della giovinezza
e gli echi di una bella voce che canta Catullo.
Ogni stagione è piacevole,
i giorni di pioggia e quelli belli,
il buon vino rosso e quello bianco,
la compagnia e la solitudine.
Perfino il sonno,
quel deplorevole riduttore della gioia della vita,
può esser pieno di sogni;
e le azioni più comuni
- una passeggiata, due chiacchiere,
la solitudine nel proprio frutteto -
possono essere aumentate e accese dalle associazioni della mente.
La bellezza è dappertutto,
la bellezza è a due sole dita dalla bontà.


(Virginia Woolf)

Nessun commento:

Posta un commento