domenica 31 luglio 2016

Non manca un barlume di luce

Non manca un barlume di luce neppure nel più opaco degli uomini:
un assassino suona il flauto con garbo;
un aguzzino che lacera la schiena degli schiavi con le fruste 
è forse un figlio eccellente;
un idiota può essere pronto a dividere con me 
l'ultimo cantuccio di pane che gli resta.
E ce n'è ben pochi, di uomini, 
a cui non sia possibile insegnare qualcosa a dovere. 
Il nostro errore più grave 
è quello di cercare di destare in ciascuno
proprio quelle qualità che non possiede,
trascurando di coltivare quelle che ha.


(Marguerite Yourcenar; "Memorie di Adriano")

Nessun commento:

Posta un commento