giovedì 28 gennaio 2016

È la città che mi rende così

È la città che mi rende così:
le visite forzate e i commiati sorridenti a gente detestabile e dozzinale,
il peregrinare fra le "cose": gli automobili, i socialisti, le biciclette,
i preti, i tramvay, il dottore, il dentista, il sarto,
il parrucchiere, i parenti, l’Università,
gli uomini che fanno schifo (tutti) e le donne che fanno pena (tutte).
E ritorno a casa con le mascelle irrigidite
e le falangi delle dita che cricchiano dallo spasimo nervoso.
Io penso con terrore a quel che succederebbe di me,
se non fossi ammalato, e dovessi riprendere un’esistenza cittadina...
Ma se non fossi ammalato, non sarei, forse, anche moralmente così...


(Guido Gozzano - 1 Dicembre 1907)

Nessun commento:

Posta un commento