venerdì 5 giugno 2015

Abbiamo vagato con la mente nello spazio costellato di pianeti

Sono appena tornata dalla casa dei miei amici.
Abbiamo ragionato a lungo intorno a cose grandi,
troppo grandi per noi;
e abbiamo detto del principio e della fine del mondo,
dell'origine della materia;
abbiamo vagato con la mente nello spazio costellato di pianeti,
abbiamo discusso della vita dell'aldilà.
(...)
È strana l'impressione che provo io
nel pensare alla vastità della terra:
spingo più che posso lo sguardo al limite dell'orizzonte...
E lo stesso provo pensando all'eternità;
"sempre",
ripeto a me stessa;
"sempre"...
"sempre"...
Mi scuoto con un brivido: "sempre"!
Parola terribile,
terribile come "mai"!


(Antonia Pozzi - 7 Febbraio 1926)

Nessun commento:

Posta un commento