venerdì 17 febbraio 2012

Forse di più

Mi rivolgi parole molto dolci, cara Musa.
Il tuo amore mi penetra come una tiepida pioggia
e sento di esserne imbevuto
fino alla profondità del cuore.
Sei semplice nell'animo e forte nella mente;
non vi è nulla in te che non sia buono.
A volte cerco di immaginare il tuo volto in vecchiaia
e penso che ti amerò allo stesso modo,
forse di più.


(Lettera di Gustave Flaubert a Louise Colet)

Nessun commento:

Posta un commento