domenica 4 dicembre 2011

Ci sono giorni che sembrano quelli di una battaglia

Ci sono giorni che sembrano quelli di una battaglia sanguinosa.
Ora è notte profonda.
Non per me, per gli altri, gli ottusi, che non sentono la lotta.
Fanno della musica, canzoni stupide, volgari.
Non riesco a prender sonno.
In me continua ad ardere qualcosa,
qualche fiamma guizza ancora qua e là.
Mi affaccio nella notte in cerca di refrigerio;
fuori ogni vita è spenta.
Ma lontano vedo una finestra ancora illuminata.
C'è lì un altro come me?
Non sono dunque del tutto solo!
E mi giunge anche il suono di un vecchio pianoforte,
i gemiti di quell'altro ferito.


(Paul Klee; Diari)

Nessun commento:

Posta un commento