giovedì 27 agosto 2015

Ibiza, 31 luglio 1966

Stanotte, completamente sveglio verso le 3.
Impossibile rimanere ancora a letto.
Sono andato a passeggiare in riva al mare,
sotto l'impulso dei pensieri più cupi.
E se andassi a buttarmi giù dalla falesia?
Sono venuto fin qui per il sole, e non sopporto il sole.
Tutti sono abbronzati, io devo restare bianco, pallido.
Mentre facevo ogni sorta di amare riflessioni,
guardavo quei pini, quelle rocce,
quelle onde "visitate" dalla luna,
e improvvisamente ho sentito
fino a che punto sono inchiodato
a questo bell'universo maledetto.


(Emil Cioran)

Nessun commento:

Posta un commento