lunedì 8 ottobre 2012

Solo per sincerità di cuore

[sii] in ogni tua parte, alle occasioni, a i luoghi, e a i tempi,
tutta gentile, affabile, trattabile, domestica, sincera e lieta:
dico di quella letizia
che non viene dalla sciocchezza di un continuo riso,
il quale nasce da leggerezza di mente,
perchè il riso (come dice il proverbio) abbonda nella bocca de'pazzi.
Così,
quando sia ben usato a tempo e con modestia,
è un messaggiero della tranquillità del cuore
e fa divenira la bocca un terreno paradiso.
Perchè i savi vogliono che il riso non sia altro,
se non uno splendore dell'anima
e però [perciò]
si conviene alla nobile e casta donna (come si dee credere in Platone),
per la dimostrazion del suo contento,
rider con modestia,
con severità, con honestà,
con poco movimento della persona e con basso tono
e più tosto con rarità che con frequenza;
conciosiachè, così ridendo,
si mostra non ridere per vanità di mente,
ma solo per sincerità di cuore.


(Pietro Belmonte; 1587)

Nessun commento:

Posta un commento